• business man

Organizzazione - principali considerazioni

Nello specifico i nostri interventi sono finalizzati alla proposizione di modelli organizzativi i cui principii cardine sono   

    1. la chiara definizione delle responsabilità e delle linee di dipendenza gerarchico-funzionali
    2. la segregazione e contrapposizione delle funzioni
    3. la corrispondenza tra le attività effettivamente svolte e quanto previsto dalle missioni e responsabilità formali

attraverso:

 

  • la mappatura delle aree/attività aziendali con specifica focalizzazione sulle aree/processi a più alta possibilità di commissione reati;
  • l’individuazione, analisi e valutazione meccanismi di controllo
  • la costruzione di un coerente Sistema delle Strutture e Responsabilità
  • l’implementazione/adeguamento del  Sistema Normativo costituito dai seguenti componenti:

 

  • Manuale per la Qualità che enuncia la Politica per la Qualità dell’azienda e ne descrive il Sistema di Gestione (SGQ)
  • Manuale per la Sicurezza che enuncia la Politica per la Sicurezza e ne descrive il Sistema di gestione
  • Direttive e Procedure che prescrivono i criteri operativi per la conduzione delle attività nell’ambito dei processi aziendali e le modalità di attuazione delle stesse
  • l’implementazione/adeguamento del Sistema Autorizzativo e di Delega che rispetti i principi di certezza, trasparenza e tracciabilità quale fondamento per prevenire la commissione dei reati e basato sui seguenti postulati
  • i poteri autorizzativi e di firma devono essere coerenti con le responsabilità organizzative assegnate
  • i poteri economici – mai illimitati -  sono conferiti in funzione del ruolo e nel rispetto della segregazione delle funzioni (separazione delle responsabilità tra poteri di autorizzazione, esecuzione e controllo)
  • i poteri e le responsabilità sono tempestivamente comunicati all’interessato ed al suo responsabile gerarchico e chiaramente definiti e conosciuti dalla popolazione aziendale e dai terzi
  • i poteri a firma abbinata sono conferiti ed esercitabili esclusivamente fra procuratori tra i quali non esiste vincolo di dipendenza gerarchica
  • il rispetto del principio di “tracciabilità”, richiamato, in particolare, nel D.Lgs. 231/2001, è garantito dal supporto documentale che consente di attestare formalmente la titolarità delle responsabilità attribuite ai procuratori aziendali
  • solo i soggetti muniti di specifici e formali poteri possono assumere in nome e per conto dell’azienda, obbligazioni verso terzi